Manchette Tippi

Manchette Tippi

Marsala, Consiglio approva modifiche regolamento per disciplina imposta di soggiorno

Il Consiglio comunale di Marsala presieduto da Enzo Sturiano ha ieri pomeriggio lavorato per oltre due e ore e mezza riuscendo ad approvare la delibera riguardante le modifiche al Regolamento per la disciplina dell’Imposta di soggiorno, precedentemente prelevata, e successivamente approvata dopo un articolato dibattito, con 15 voti favorevoli e 6 astensioni. Accantonata temporaneamente per dar modo agli uffici del Settore Servizi Sociali di apportare un emendamento tecnico il nuovo regolamento per gli interventi economici e di solidarietà sociale. Da evidenziare che la prima parte dei lavori è stata caratterizzata da una comunicazione del consigliere Antonio Vinci che ha tenuto a chiarire che sia lui che il collega Angelo Di Girolamo fanno parte del gruppo del Pd. I lavori di ieri sera si sono conclusi mentre era in corso la votazione di un debito fuori bilancio che assieme ad altri quatto atti amministrativi dello stesso genere erano stati prelevati. I lavori del Consiglio sono stati aggiornati a giovedì prossimo 26 aprile.

Precisando che l’intera seduta di ieri pomeriggio è visionabile all’indirizzo https://www.youtube.com/watch?v=CBSTC7XVbdg si riassumono in sintesi gli interventi.
Il consigliere Antonio Vinci precisa, anche a nome del consigliere Angelo Di Girolamo, che è stata formulata una nota di cui dà lettura e nella quale, di fatto, comunica ai vertici regionali, provinciali e comunali del Partito Democratico e al Presidente del Consiglio, che sia lui che Di Girolamo fanno parte del gruppo del Pd, considerato anche che non è stata possibile l’autosospensione. Ricorda ai presenti che il precedente gruppo del Pd aveva chiesto il ritiro della delegazione in Giunta per ripartire con rinnovato impegno. Cosa questa che non si è verificata. Fa la cronistoria a livello politico del Pd a Marsala. Conclude precisando che lui si è sempre attenuto alle decisioni del partito di cui fa parte e di cui è stato fondatore. Auspica una riunione del Partito Democratico che adesso è a guida commissariale. Dice che a Marsala vi sono due PD, uno del Sindaco, un altro che è più corposo che vuole lavorare per la città. Lamenta lo stato di dissesto in cui versa la via “Sucalora” a Strasatti in cui sono stati effettuati interventi palliativi. Solleva la questione dei locali per il corso di enologia e propone un ordine del giorno che si allega al presente comunicato. Ribadisce che Marsala non può perdere l’Unico corso universitario che vi è in Città. Chiede che la mozione a firma di oltre 20 consiglieri venga discussa al primo Consiglio comunale utile. Sull’Asilo Nido di Sant’Anna dice che la questione è stata strumentalizzata da alcuni consiglieri. Fa la cronistoria dell’iter burocratico amministrativo avviato durante la sindacatura Carini. Critica la formulazione di un invito fatto alle 8,36 quando l’inaugurazione era alle 9,15.
La consigliera Federica Meo comunica di essere felice del rientro in gruppo nel Pd dei consiglieri Antonio Vinci e Angelo Di Girolamo. Dichiara comunque che lo stesso rientro dei consiglieri in gruppo dovrà essere ratificato e sarà oggetto di discussione con il Commissario Straordinario.
Il Consigliere Vinci, replicando, giudica “vergognosa” la presa di posizione del nuovo capogruppo del Pd.
Il Presidente auspica che il Sindaco venga presto in aula per fare chiarezza come intende amministrare e con chi la Città.
Il consigliere Giovanni Sinacori si trova d’accordo con la mozione presentata da Vinci sulla delicata situazione dei locali della Facoltà di Enologia. Fa presente che lui si era già interessato alla problematica e che è improcrastinabile che il Sindaco o un suo delegato venga in aula per chiarire questa vicenda considerato anche che il Comune versa al Consorzio Universitario l’Amministrazione ogni anno un contributo di 120 mila euro. E’ assurdo che il Libero Consorzio tolga alla città l’unico corso di laurea che Marsala merita visto che è un territorio vitivinicolo per eccellenza.

PUNTO 5 (Regolamento Interventi economici e di solidarietà sociale)
Il consigliere Flavio Coppola dichiara di ritirare il subemendamento formulato con il collega Giovanni Sinacori per dar modo all’Ufficio di predisporne uno tecnico. Per il trasporto disabili è corretto dare il giusto a chi spetta. Sull’art. 18 (spese per chi deve recarsi fuori per interventi) sottolinea che deve essere riformulato e propone aiuti per chi fa chemioterapia fuori città. Invita i consiglieri a ritirare tutti gli emendamenti e dare all’Ufficio l’opportunità di sistemare il regolamento con un emendamento tecnico.
La Presidente Arcara precisa che la Commissione ha presentato due emendamenti. Sull’ articolo 17 fa presente che in linea di massima può essere approvato mentre per il 18 è opportuna la revisione.
Il consigliere Calogero Ferreri precisa che per fare chiarezza su questo importante regolamento tutti i componenti della Commissione hanno deciso di ritirare gli emendamenti.
Il dottor Fiocca sottolinea che i concetti degli emendamenti e dei subemendamenti sono validi ma devono essere riformulati in maniera tecnico-burocratica.
Il Presidente Sturiano considerato che l’Ufficio dovrà predisporre un emendamento tecnico e che vi è bisogno di un po’ di tempo, rinvia la trattazione della delibera a giovedì prossimo. Propone quindi al Consiglio di prelevare il punto 23 dell’o.d.g.. Il Consiglio approva con 21 voti favorevoli su 21 votanti.

PUNTO 23 (Modifiche al Regolamento per la disciplina dell’imposta di Soggiorno)
Sull’argomento intervengono preliminarmente il Presidente della Commissione Affari Generali Ivan Gerardi e quello della Commissione Turismo, Ginetta Ingrassia. Entrambi fanno presente che la Commissioni non hanno espresso alcun parere perché vi erano dei chiarimenti di acquisire.
Il vice Sindaco Agostino Licari precisa che l’atto è consequenziale ad una sentenza della Corte dei Conti. Attualmente la tassa di soggiorno ha un gettito di 250 mila euro all’anno, quota di gran lunga superiore rispetto al 2015. Fa presente ancora che l’utilizzo del Software e la relativa formazione che consentiranno ai proprietari di strutture ricettive di poter pagare in maniera più semplice saranno completamente gratuiti. Evidenzia il dato che Marsala nel 2017 ha avuto oltre 200 mila presenze turistiche.
Il consigliere Giovanni Sinacori rileva che il Software dovrebbe essere utilizzato anche per esaminare i flussi turistici nel territorio. Richiesta questa che viene condivisa dal vice Presidente Arturo Galfano e che viene accolta dal Vice Sindaco Agostino Licari.
La consigliera Rosanna Genna sottolinea che il regolamento è la “giustificazione” per l’acquisto del programma (Software). Precisa che mancano i controlli sulla effettiva presenza dei turisti. Chiede che si possa interagire con le Forze di Polizia per sapere numericamente se vi è evasione e chiede di sapere che fine fanno i proventi della tassa di soggiorno.
Il vice sindaco dissente dall’intervento della consigliera Genna e sottolinea che i controlli sono stati fatti tant’è che si è passati da 100 mila euro del 2015 a 250 mila nel 2018. Le somme introitate con la tassa di soggiorno sono state utilizzate per far fronte ad una parte della quota di comarketing.
Il consigliere Vinci chiede di sapere se l’Amministrazione con i proventi della tassa di soggiorno finanzierà incentivi per il nostro territorio. Vedi ad esempio quello di facilitare i collegamenti con l’aeroporto di Palermo.
Il funzionario Francesca Sardo fornisce i chiarimenti tecnici richiesti mentre il consigliere Alfonso Marrone si chiede cosa ha fatto l’Amministrazione per incentivare il turismo? Dichiara che non vi sono servizi efficienti. Si dichiara contrario all’atto deliberativo in esame.
Il consigliere Walter Alagna fa presente che il settore turismo è stato di fatto l’unico settore produttivo della nostra città negli ultimi anni. Parla comunque di mancanza di una politica turistica.
La delibera al termine del dibattito viene esitata favorevolmente.
I lavori si concludono dopo il prelievo delle delibere interenti cinque debiti fuori bilancio sulla cui votazione la consigliera Letizia Arcara si astiene perché fortemente contraria alla continua proposizione in aula di atti di questo genere.
Alla seduta di ieri è stata presente anche l’Assessore Clara Ruggieri.

Comunicato stampa
20/04/2018

Condividi

Articoli In Evidenza

Free Joomla 2.5 Extensions Joomla module Joomla Plugin