Bonus figli 2021. Fino al 31 dicembre sarà possibile presentare la domanda

Tale manovra prevede, per ogni nuovo nato, l’assegnazione di un contributo di mille euro da erogare attraverso i comuni

Valentina
Valentina Mirto
17 Giugno 2021 16:45
Bonus figli 2021. Fino al 31 dicembre sarà possibile presentare la domanda

Come avviene ormai da anni anche per il 2021 arriva il bonus figli, ossia quella manovra con cui il Governo regionale cerca di sostenere le famiglie siciliane meno abbienti ed incentivare la natalità nell'Isola, contando su una dotazione complessiva di 2 milioni di euro, 500 mila in più rispetto a un anno fa.

Tale manovra prevede, per ogni nuovo nato, l’assegnazione di un contributo di mille euro da erogare attraverso i comuni dell’Isola, sulla base di determinati criteri e parametri.

Possono presentare domanda per la concessione del bonus, un genitore o, in caso di impedimento di quest'ultimo, uno dei soggetti esercenti la potestà parentale, in possesso dei seguenti requisiti: cittadinanza italiana comunitaria oppure, in caso di cittadino extracomunitario quest’ultimo dovrà essere in possesso del permesso di soggiorno; residenza nel territorio della Regione Siciliana al momento del parto o dell'adozione (i cittadini in possesso di permesso di soggiorno devono essere residenti nel territorio della Regione Siciliana da almeno dodici mesi al momento del parto); nascita del bambino nel territorio della Regione Siciliana; indicatore I.S.E.E. del nucleo familiare del richiedente non superiore a 3 mila euro.

La domanda, compilata in ogni sua parte, dovrà essere presentata presso l'Ufficio Servizi Sociali del Comune di residenza, allegando la seguente documentazione: fotocopia del documento di riconoscimento del richiedente in corso di validità; attestato indicatore I.S.E.E. rilasciato dagli Uffici abilitati, in corso di validità; in caso di soggetto extracomunitario, copia del permesso di soggiorno in corso di validità; copia dell'eventuale provvedimento di adozione. Il tutto entro il 31 dicembre 2021.

Il Dipartimento Regionale Famiglia e Politiche sociali redigerà le graduatorie regionali in base all’indicatore I.S.E.E. Nel caso di situazioni ex aequo la precedenza sarà data al nucleo familiare più numeroso. 

Allegati
In evidenza