Trapani: abbandono di rifiuti denunce e sanzioni dei Carabinieri forestali

Giro di vite dei Carabinieri in materia di abbandono di rifiuti

Redazione Prima Pagina Marsala
Redazione Prima Pagina Marsala
22 Settembre 2021 12:10
Trapani: abbandono di rifiuti denunce e sanzioni dei Carabinieri forestali

Giro di vite dei Carabinieri in materia di abbandono di rifiuti, nella giornata di ieri i Carabinieri Forestali del Centro Anticrimine Natura di Palermo, Nucleo Cites – distaccamento di Trapani, a conclusione di accertamenti avviati nel fine settimana appena trascorso, durante ordinario servizio di istituto volto alla sorveglianza delle aree naturali protette, accertavano la presenza di tre distinti depositi incontrollati di rifiuti due dei quali nel comune di Paceco località Pecoreria, lungo l'argine del fiume Baiata; uno nel comune di Erice, sulla SP31.

Nel primo caso veniva accertata la presenza di un deposito incontrollato delle dimensioni approssimative di circa 4 metri cubi composto da rifiuti di raee, materiale plastico e cartaceo. Da una disamina si accertava esatta riconducibilità degli stessi ad una ditta (impresa di pulizie) del trapanese motivo per il quale veniva denunciato il legale rappresentante per il reato di abbandono di rifiuti da parte di titolare di imprese, il quale si disfaceva tra le altre cose di una carpetta contenente accertamenti diagnostici tutti a suo nome.

Medesimo contesto i Carabinieri Forestali accertavano la presenza di un’ulteriore cumulo di rifiuti delle dimensioni di circa 1 metro cubo composto da scarti e limatura derivanti da lavorazione di infissi in alluminio, cinghie di sollevamento di tapparelle, un contenitore di olio minerale, scatole di cartone, pannelli in legno, ricariche di silicone e materiale cartaceo. Da una disamina, si rilevava la riconducibilità degli stessi ad una ditta di infissi in alluminio con sede a Trapani in alcuni scatoli di cartone il soggetto denunciato risultava essere il destinatario della spedizione.

I militari altresì rinvenivano, all’interno di un’area privata, lungo la SP31, un’ulteriore cumulo di rifiuti speciali non pericolosi, delle dimensioni di 8 metri cubi costituito da scarti di demolizione, scarti di legname, infissi in legno e sacchi neri contenenti rifiuti vari. Veniva elevata una sanzione amministrativa di euro 600 al proprietario di predetta area per abbandono di rifiuti.

Comunicato stampa

In evidenza