Vaccino anti-covid, riprendono le consegne anche in Sicilia. Nessun taglio alle dosi

Redazione Prima Pagina Marsala
Redazione Prima Pagina Marsala
28 Gennaio 2021 10:00
Vaccino anti-covid, riprendono le consegne anche in Sicilia. Nessun taglio alle dosi

Dopo alcuni giorni di stop le consegne del vaccino di Pfizer anti-covid tornano regolari. Sono 31.590 quelle consegnate tra ieri e martedì. Le dosi arrivano anche in Sicilia ma le quantità non sono ancora sufficienti per chi deve ricevere la prima somministrazione del farmaco anti Covid, c’è spazio solo per la seconda dose a chi ha già ricevuto la prima. Oggi, in arrivo un altro importante quantitativo. L'annunciato taglio del venti per cento, in realtà, dovrebbe essere relativo alle fiale ma non alle dosi perchè Ema e Aifa hanno autorizzato l'estrazione della sesta dose da ogni fiala.

Dunque, visto che il contratto prevede la fornitura per dosi, non dovrebbe esserci nessun taglio reale al siero che sarà messo a disposizione delle regioni privilegiando quelle che la scorsa settimana hanno subìto i tagli più consistenti. Intanto l'Avvocatura Generale dello Stato ha inviato alla Pfizer, nei giorni scorsi, per conto del Commissario straordinario all'emergenza Covid, Domenico Arcuri, una diffida ad adempiere ai propri obblighi contrattuali relativi, anzitutto, alla mancata consegna di dosi destinate alla campagna di vaccinazione della popolazione italiana.

Il ministro dei trasporti Paola De Micheli aveva annunciato l'iniziativa del governo contro Pfizer «perché è del tutto evidente che il piano vaccinale che avevamo programmato insieme all'Ue va rispettato». «È ovvio - ha aggiunto il ministro - che la verifica sulle motivazioni dei ritardi, ovvero se il problema sia legato alla produzione o se sia legato al fatto che queste dosi sono state vendute altri paesi, è una verifica in corso, ma noi non ci possiamo permettere né come italiani né come europei che i contratti non vengano rispettati.

C'è in gioco una cosa talmente importante per la vita degli italiani che non ci fermeremo di fronte a nulla». A breve, inoltre, arriverà anche il vaccino di Moderna che ha lanciato un programma clinico per aumentare l'immunità alle varianti emergenti. L'azienda testerà un'ulteriore dose di richiamo del suo Covid-19 Vaccine (mRNA-1273) per studiare la capacità di aumentare ulteriormente i titoli neutralizzanti contro i ceppi emergenti. Sul suo sito, la società ha annunciato i «risultati degli studi di neutralizzazione in vitro dei sieri di persone vaccinate con il vaccino Moderna Covid-19, che mostrano un'attività contro i ceppi emergenti della Sars-cov-2».

E allo studio c'è un'eventuale terza dose per coprire le varianti. Per questa settimana, è prevista in Italia la consegna di 66.000 dosi del vaccino americano. Da febbraio invece Moderna incrementerà le consegne fino a 600.000 dosi al mese. Ad oggi in Sicilia sono state consegnate 181.225 dosi. I vaccini somministrati (principalmente ad operatori sanitari e sociosanitari ed ospiti delle strutture residenziali) sono 120.903.

In evidenza
Ti potrebbe interessare