Marsala. “Piazze solidali”. Si amplia il progetto sociale

Secondo le nuove direttive dell'amministrazione grillo saranno coinvolte anche le attività commerciali.

Redazione Prima Pagina Marsala
Redazione Prima Pagina Marsala
07 Gennaio 2022 10:31
Marsala. “Piazze solidali”. Si amplia il progetto sociale

L'Amministrazione comunale di Marsala intende proseguire il progetto “Piazze Solidali” anche nell'anno in corso, ma con una portata più ampia rispetto alla formula già sperimentata, coinvolgendo altresì le attività commerciali. 

Questo, in sintesi, il contenuto del provvedimento con il quale la Giunta Grillo ha dato mandato al settore Servizi sociali di predisporre un nuovo progetto sociale (60 mila euro il budget disponibile) a beneficio di soggetti che vivono uno stato di disagio rafforzandone, al contempo, il senso di appartenenza alla comunità locale. La delibera, su proposta dell'assessore Giuseppe D'Alessandro, segue - coerentemente - il solco già tracciato con precedente atto dello corso Maggio, grazie al quale il progetto “Piazze Solidali” era stato esteso a tutto il 2021, impiegando gli operatori in attività di pulizia in prossimità di siti del centro urbano (una decina circa).

“Molto apprezzato dalla collettività, il progetto potrà ora continuare in una nuova versione in cui il tessuto sociale avrà nuovi protagonisti, sottolinea il sindaco Massimo Grillo. Assieme a residenti ed operatori affidabili, infatti, anche le attività produttive connoteranno questa sorta di patto sociale condiviso”

L'obiettivo è quello di facilitare l'adesione delle attività commerciali al nuovo progetto, concedendo spazi pubblici dove gli stessi potranno esercitare la propria attività. E ciò, in cambio del mantenimento del decoro urbano sia avvalendosi dei soggetti già impegnati per “Piazze solidali”, sia con altre iniziative da concordare con l’Amministrazione comunale. In più, con il nuovo progetto saranno prioritariamente convolti i luoghi pubblici che saranno oggetto di un accordo di collaborazione pubblico/privato, in linea con il Regolamento sui beni comuni.

COMUNICATO STAMPA

In evidenza