“Non ce n’è coviddi”, il videogioco ideato da due ragazzi trapanesi spopola sul web

Redazione Prima Pagina Marsala
Redazione Prima Pagina Marsala
28 Luglio 2020 02:13
“Non ce n’è coviddi”, il videogioco ideato da due ragazzi trapanesi spopola sul web

Angela Chianello è la vera star dell’estate 2020, alla faccia di tutti i tormentoni estivi. L’esuberante signora palermitana, nel corso di un’intervista a Pomeriggio 5, è ormai alla ribalta nazionale da diversi mesi per la frase che ha fatto di lei una star sul web: “Non ce n’è Coviddi”. Scorrendo sui social, impossibile non imbattersi quotidianamente ad un riferimento a queste parole divenute famosissime ed entrate prepotentemente nel calderone virale del web: fotomontaggi, canzoni montate su altre celebri, remix e tanto altro ancora, fino ad arrivare all’ultima idea, singolare ma che sta pian piano collezionando consensi, vale a dire il videogioco.

E l’idea parte direttamente da due ragazzi trapanesi, Dario Romano ed Aurelio Di Maggio, i quali hanno fatto della loro passione per l’informatica un lavoro avendo in gestione una società di consulenza, la Hexaweb, con sede a Paceco. «In realtà è stato un puro caso - esordisce Romano - in questo brutto periodo, volevamo realizzare qualcosa di simpatico che potesse strappare un sorriso. Abbiamo buttato giù questo mini gioco in 3 giorni per puro divertimento». E la risposta è stata immediata: «Inizialmente pubblicando il sito sui nostri social, abbiamo subito riscontrato un discreto successo».

Dalla prima notorietà alla vitalità il passo è stato breve: «Il vero boom lo abbiamo avuto quando un influencer, Victorlaszlo88 (42,7 mila follower su Instragram, ndr), ci ha ricondivisi sul proprio profilo». Da lì in poi è stato un susseguirsi di condivisioni e reazioni come quelle di Mirko Trovato, famoso attore di Netflix baby, Paolo Camilli, noto attore e regista, «fino all’approdo su uno dei profili italiana più noti su Instagram, vale a dire TrashItaliano». Una realizzazione «molto facile da eseguire» quella del gioco in cui la protagonista, la signora Angela appunto, non deve essere colpita dal virus.

In sottofondo le sue altre celebri frasi. Da sfondo, manco a dirlo, la spiaggia di Mondello. Un successo destinato a crescere: da due giorni, infatti sono più di 80 mila i visitatori sul sito noncenecovid.it.

In evidenza