Campobello di Mazara. I carabinieri arrestano 2 presunti autori di furto

Si tratta di due persone di 37 e 38 anni, entrambe residenti a Castelvetrano e gravate da precedenti

Redazione Prima Pagina Marsala
Redazione Prima Pagina Marsala
14 Giugno 2022 13:47
Campobello di Mazara. I carabinieri arrestano 2 presunti autori di furto

I Carabinieri della Stazione di Campobello di Mazara, nel corso di un servizio di controllo del territorio, hanno proceduto all’arresto di due persone di 37 e 38 anni, entrambe residenti a Castelvetrano e gravate da precedenti per reati contro il patrimonio.

In particolare, su ordine della locale Centrale Operativa, i Carabinieri in servizio di pattuglia si sono recati presso un immobile in disuso, oggetto di confisca ed affidato alla custodia dell’Agenzia Nazionale Beni Sequestrati, dove era stata segnalata la presenza sospetta di due persone.

Durante l’attività di sopralluogo, i Carabinieri hanno effettivamente riscontrato la presenza di due uomini, entrambi intenti ad armeggiare su degli infissi in alluminio che, alla vista dei militari, si davano alla fuga passando attraverso un’apertura di fortuna ricavata da una saracinesca deformata.

I due uomini, tuttavia, sono stati intercettati dai militari operanti prima che potessero far perdere le loro tracce.

Nello stesso contesto operativo, i Carabinieri hanno rinvenuto attrezzatura da scasso lasciata in prossimità di alcuni infissi in alluminio smontati ed accatastati al suolo insieme a componenti metalliche, probabilmente asportate dai quadri elettrici dell’immobile, trovati danneggiati.

In considerazione del grave quadro probatorio ricostruito dai militari dell’Arma, i due uomini sono stati arrestati per l’ipotesi di reato di furto aggravato in concorso e ristretti agli arresti domiciliari presso le rispettive abitazioni, così come disposto dal Sostituto Procuratore di turno presso la Procura della Repubblica di Marsala.

Nella giornata di ieri, il competente Giudice per le Indagini Preliminari ha convalidato gli arresti e, valutato lo stato degli atti, ha sottoposto entrambi gli interessati alla misura cautelare dell’obbligo di dimora con il divieto di uscire nell’orario compreso tra le ore 20:00 e le 07:00 del giorno successivo.

Le indagini degli inquirenti proseguono al fine di raccogliere ulteriori riscontri investigativi.

NOTA STAMPA

In evidenza