La Giunta Di Girolamo concentrata sul Referendum. E sulla Città di Marsala? Lettera al sindaco del gruppo UDC

Redazione Prima Pagina Marsala
Redazione Prima Pagina Marsala
13 Giugno 2016 14:29
La Giunta Di Girolamo concentrata sul Referendum. E sulla Città di Marsala? Lettera al sindaco del gruppo UDC

Abbiamo appreso che l’8 giugno scorso, alla presenza dei consiglieri comunali, degli assessori Agostino Licari, Anna Maria Angileri, Clara Ruggieri, del sindaco Alberto Di Girolamo e del deputato regionale Antonella Milazzo, si è tenuta la direzione comunale del PD di Marsala per parlare ed intraprendere iniziative sul referendum sulla riforma istituzionale che si terrà ad ottobre.

Ovviamente, la Giunta Di Girolamo ed il Pd marsalese sono allineate alla volontà del Governo Renzi a far votare SI allo stesso Referendum divenuto (e questo per volere dello stesso “premier” non eletto) un referendum sul suo Governo (“se vince il No vò a casa”- avrebbe detto più volte Renzi). La riunione dei vertici del Pd marsalese si è conclusa con l’obiettivo di altri incontri, settimanali, per promuovere le ragioni del SI anche grazie ad un gruppo facebook creato ad hoc. Certamente per l'entourage del Sindaco Di Girolamo e dell'On. Milazzo presentarsi con una bella fetta di SI al Referendum sarebbe un bel biglietto da visita per le relative aspirazioni politiche. 

Questo impegno massiccio dell’Amministrazione lilybetana in un’attività “esterna” alle vicende locali stride certamente con i molti problemi che attanagliano la Città di Marsala che negli ultimi tempi sembra vivere un clima cupo, surreale, a causa dei tristi avvenimenti culminati con l’uccisione del maresciallo dei carabinieri Silvio Mirarchi impegnato a far luce sui “signori della marijuana” che agiscono impunemente, almeno fino ad un mese fa, nell’intero territorio marsalese. Esiste anche un problema "sicurezza" nel centro della Città: tante auto incendiate in pochissimi mesi sono solo un caso?  

Ma Marsala è un territorio vasto, ed oltre all’agricoltura tradizionale e legale, rappresenta un territorio vocato al turismo, settore che dovrebbe fornire un adeguato impulso all’economia cittadina. Sulle attività dell’Amministrazione implementate a favore del settore turistico ha espresso i propri dubbi il gruppo consiliare dell’Udc, composto da Flavio CoppolaGiovanni Sinacori, Eleonora Milazzo (da sx a dx in foto n.2).

I consiglieri comunali dell’Udc hanno scritto una lettera ad hoc al sindaco Alberto Di Girolamo nella quale in prospettiva turistica si chiedono lumi su: calendario spettacoli ed eventi estivi, trasporti urbani ed extraurbani, viabilità, gestione servizio raccolta rifiuti, fruizione dei siti storici-archeologici-museali. Ecco il testo della lettera:

“Considerato che è trascorso, ormai, un anno dall’insediamento della Signoria Sua a sindaco di Marsala. Considerato ancora che lo scorso anno, di questo periodo, aveva annunciato un cartellone di eventi estivi, rivoluzionario rispetto al passato, ma gravato dal poco tempo a sua disposizione per poter essere veramente strutturale, ci saremmo aspettati che nel corso di questi 12 mesi avesse avuto il tempo di pensare come sviluppare un percorso tale da poter parlare di Marsala città del turismo.Ci accorgiamo che, non solo ad oggi non esiste neanche una bozza di progettualità turistica, ma rileviamo la totale assenza di una idea di sviluppo in questa direttrice, cosa per altro comune a tutti i settori dell’amministrazione.Al fine di contribuire, ancora una volta, a provare a dare un reale contributo per la città di Marsala, i sottoscritti, con l’aiuto di tutti quanti credono che il turismo sia una risorsa per la comunità marsalese, la interrogano per sapere e per suggerire:Come intende intervenire presso le compagnie di trasporto che svolgono il servizio da e per l’aeroporto di Birgi, al fine di garantire un servizio reale; infatti è necessario che chi vuole svolgere il servizio adegui i propri orari garantendo la presenza dal primo all’ultimo volo schedulato;Come intende intervenire affinchè i luoghi di maggiore interesse della città e i lidi balneari siano facilmente raggiungibili dai turisti che, per scelta, non intendono ricorrere al noleggio dell’autovettura; Mothia, lo Stagnone, il Parco della Salinella, i lidi della zona sud rappresentano punti importanti che i viaggiatori desiderano conoscere senza dover spendere più che soggiornare;Come intende intervenire affinchè ci sia a Marsala un servizio collegato per il raggiungimento di luoghi di alto interesse turistico come Erice, Segesta, Selinunte, Mazara del Vallo; le compagnie di trasporto devono adeguare i loro orari con la necessità di permettere a che voglia visitare tali posti di poterlo fare in giornata in modo da consentire la permanenza nella nostra città.

Tale problematica riguarda anche i collegamenti con le Egadi che risultano, almeno fino a fine giugno, assolutamente insufficienti;Come intende intervenire affinchè la nostra città sia in grado di poter offrire ai visitatori stranieri la disponibilità dei lidi per un periodo più ampio; la destagionalizzazione dell’estate è un fattore vincente col quale confrontarsi. E’ necessario raggiungere quella sinergia con i gestori dei lidi affinchè ci sia la possibilità che, almeno un paio, siano disponibili sin dal 1° maggio ed almeno fino a metà di ottobre;Cosa intende fare affinchè si creino quegli eventi in grado di richiamare il turista.

A Marsala è facile lavorare con eventi che riguardano il settore enogastronomico, puntando decisamente sul vino, tali da coinvolgere tutta la filiera dei produttori locali, facendo in modo che gli stessi risultino ben strutturati, ricchi e stabili nel tempo, in grado di diventare una caratteristica culturale della città;Cosa intende fare affinchè eventuali manifestazioni o appuntamenti siano conosciuti oltre il perimetro della città, adesso non si può dire che ci sia un vero collegamento con la zona suburbana della città e, tantomeno, con le periferie.

Noi ci riferiamo, ovviamente ad una conoscenza nazionale ed internazionale, oggi non esistono comunicazioni idonee per portare a conoscenza del turista di eventuali iniziative programmate che, sarebbe opportuno , venissero tradotte anche nelle lingue più richieste. Inoltre, non di secondaria importanza, sarebbe opportuno portare a conoscenza in modo chiaro ai turisti presenti in città tutti i servizi fruibili nel dettaglio e con chiarezza anche con cartelli luminosi e piante della città nei punti nevralgici e di maggiore attrazione turistica.Come intende intervenire per la pulizia, il decoro e la sicurezza della città da presentare ai visitatori.

A parte le vie principali del centro, Marsala ha problemi di pulizia, di circolazione stradale e di sicurezza. E’ necessario assicurare un controllo serio e concreto dei vigili urbani, oltre Porta Garibaldi, allargare il controllo, non limitato ai divieti di sosta o al parcheggio a pagamento, anche in altre zone della città dimostrando una vigilanza costante volta principalmente alla sicurezza del cittadino.Cosa intende fare affinchè la proposta culturale legata ai beni storici-archeologici di Marsala sia conosciuta ed offerti in un pacchetto in grado di soddisfare la curiosità dei visitatori; Motia, l’Ipogeo di Crispia Salvia, il Museo degli Arazzi, il museo Lilybeo, la Cattedrale e le chiese di Marsala, San Giovanni e la Sibilla Cumana, il santuario della Madonna della Cava, i santuari della città, il quartiere spagnolo, i palazzi storici ed istituzionali della città, gli stabilimenti vinicoli, le saline, lo Stagnone e tutte le altre bellezze che la città ospita, compreso il nuovo monumento ai Mille, diventino la meta che i turisti desiderano conoscere ma che non sanno che possono trovare, tutte insieme, a Marsala.Abbiamo atteso il tempo necessario affinchè Lei potesse capire il percorso della macchina amministrativa, pensavamo che le locandine del suo programma con gli interventi nei vari settori fossero da lei pensate e conosciute, ci rendiamo conto che come per l’agricoltura, le attività produttive, il verde pubblico, il lavoro, le attività culturali, la gestione del territorio, la gestione degli impianti sportivi, la sua azione amministrativa è ad oggi fallimentare.

Abbiamo la fondata preoccupazione che Lei non abbia una chiara visione delle cose da fare per questa città, non vogliamo ricordarle che anche per le cose “ spicciole” che aveva promesso di fare immediatamente non ci sono che riscontri parziali, temiamo che questa città, con il suo incedere, muoia di potenzialità non sfruttate, che sia solo in grado di proporre aumenti in tutti i settori dipendenti dalla tassazione locale. Ribadiamo sempre la nostra disponibilità, come ampiamente dimostrato, ad un confronto che possa risultare serio ed efficace non solo nelle intenzioni delle quali, ormai, possiamo solo apprezzare il tentativo di farle risultare credibili”.

Francesco Mezzapelle

13-06-2016 16,15

{fshare}

In evidenza