Marsala, Rallo giura in Consiglio ed è subito capogruppo Udc…Alleato di Di Girolamo?‏

Redazione Prima Pagina Marsala
Redazione Prima Pagina Marsala
10 Febbraio 2015 15:55
Marsala, Rallo giura in Consiglio ed è subito capogruppo Udc…Alleato di Di Girolamo?‏

Nella composizione del Consiglio Comunale di Marsala torna ad essere presente l’Udc, di cui è stato eletto capogruppo ieri, contestualmente all’insediamento (dopo le dimissioni di Michele De Maria) il neo eletto Vito Rallo, 39 anni, architetto, primo dei non eletti, 3 anni fa, nella lista dell’Mps.

Dell’Udc, oltre a Rallo, fa parte anche Gregorio Saladino, eletto, invece, con la lista civica collegata all’ex sindaco Giula Adamo.

L’Udc, quindi, può tornare a far sentire la propria voce all’interno del Consiglio Comunale, oltre che in contesti diversi, come attualmente sta certamente facendo, in merito alle elezioni amministrative ormai prossime e in virtù della vittoria del dottor Alberto Di Girolamo, segretario del Partito Democratico, per la cui elezione a sindaco potrebbe addirittura, com'è facile ipotizzare, essere determinante.

Vito Rallo (in foto n. 1 mentre giura al fianco del presidente Sturiano) è subito dichiarato grato per la fiducia mostratagli e anche per la responsabilità affidatagli, e ha ringraziato sia i colleghi di Consiglio che il Presidente, Enzo Sturiano, per l’accoglienza a Sala delle Lapidi.

Un insediamento che arriva a consiliatura ormai sulla via del tramonto e che potrà contare su pochi mesi, forse settimane, di attività in Consiglio Comunale: panorama per il quale è stata manifestata qualche perplessità da parte degli osservatori politici e non, del quadro governativo marsalese.

Rallo, tuttavia, è animato delle migliori intenzioni e, alla luce delle proprie competenze professionali, ha immediatamente dichiarato: "mi sentiranno parlare di Piani di recupero, di Piano particolareggiato, di utilizzo di Riserva e pre Riserva, argomenti che è necessario affrontare, altrimenti è inutile riempirsi la bocca del famigerato sviluppo turistico cui ambisce la città di Marsala, se poi mancano gli strumenti per poter lavorare. Il tempo a disposizione è poco, ma credo di poter mettere ugualmente al servizio della città le mie competenze ed utilizzare quest’esperienza al meglio".

Nella stessa seduta il massimo consesso civico ha dato la propria adesione alla manifestazione di protesta indetta dall’Anci sui tagli ai Comuni dei Governi nazionale e regionale.

Jana Cardinale

10-02-2015 16,45

{fshare}

In evidenza