Per i Forestali possibili due contingenti: 121 e 180 giornate

Dopo gli incontri tra i sindacati e il governo regionale, sembra chiudersi il cerchio sulla questione Forestali

Redazione Prima Pagina Marsala
Redazione Prima Pagina Marsala
17 Aprile 2021 09:18
Per i Forestali possibili due contingenti: 121 e 180 giornate

Si vanno disegnando le intenzioni del governo regionale nei confronti dei lavoratori forestali, e nel contesto della riforma del settore. Sempre più insistenti le voci di portare a termine due contingenti così come riportato sul post di Forestalinews qualche giorno addietro -  https://www.forestalinews.it/wp-admin/post.php?post=137889&action=edit - dove si evidenziano le intenzioni del Presidente Musumeci e del neo assessore Scilla che, dopo aver incontrato i sindacati confederali e di base, hanno delineato le linee guida da intraprendere.

Esposizioni e linee che si evidenziano nel formare due soli contingenti ma, alle condizioni di governo. "Come intuito si dovrebbero formare due contingenti di 120 giorni e di 180 giorni -afferma Antonio David di Forestalinews - l'ennesima presa in giro che era nell'aria e confermata nella riunione che l'assessore ha avuto von i sindacati di base, e dalle stesse proposte avutasi con i confederali. Ne stabilizzazione e nemmeno 151-181 e OTI come prevedevano i sindacati, ma " battifianco " in gergo siciliano.

Fasce che favoriscono i 78sti e 151nisti tranne i 101 che vedono aumentarsi solo 20 giorni rispetto ai loro colleghi, e così facendo si mette in atto un altra guerra tra i poveri tra angherie, ingiustizie, e iniquità come sempre. Vien da ridere, piangere o magari niente, perché chi vive di forestale, conosce queste farse sempre esistite, con sindacati in primis che hanno avallato nel tempo tutto ciò, per motivi ovvi e risaputi, non affiancando i lavoratori come si dovrebbe e appoggiando il padrone nel suo contesto…"

Dall'incontro adesso viene fuori che, da parte sindacale Cgil Flai, Fai Cisl, Uila Uil e Ugl hanno optato per due contingenti come riportato sopra, mentre per il governo regionale pur condividendo due soli contingenti vi è un disparità di giornate e lontane dalle aspettative dei lavoratori. Ieri il Sifus ha incontrato l'assessore Scilla e seppur da sempre il sindacato di base abbia predicato sempre la stabilizzazione per tutti i lavoratori, l'assessore ha ribadito le 120 e 180 giornate, con il sindacato che abbandona il tavolo di discussione.

Tutto torna di moda, e ora? Si attende solo la conferma e la messa in atto di tutto ciò, perché i tempi sono giunti al termine e la situazione deve trascriversi nei fatti.

In evidenza